Sant’Anastasia, parrocchie aperte per ascoltare ed aiutare i genitori


264

«Il bambino si costruisce un modello interno di se stesso in base a come ci si è presi cura di lui». In questa frase di Bowlby, utilizzata per la comunicazione dell’evento, si può racchiudere il senso e il contenuto di una settimana di confronto e incontri – dal 9 al 15 novembre – rivolti a papà e mamme sul tema del non facile ruolo di genitori. In concomitanza della settimana del benessere psicologico, l’assessore alle Politiche Sociali, Cettina Giliberti – in linea con le programmazioni, la metodologia e gli indirizzi messi in atto in eventi analoghi – ha scelto come target a cui dedicare ascolto i genitori degli alunni e come luogo di incontro le parrocchie di Sant’Anastasia, mentre per la periferia nota come Ponte di Ferro è stata individuata la nuova scuola di via Rosanea.



L’assessore, coinvolgendo tutte le scuole attraverso un’apposita nota inviata ai dirigenti dei quattro Istituti Comprensivi, al Pacioli ed alla scuola paritaria Santa Caterina da Siena – la Prima Stella, ha organizzato degli incontri sul tema del sostegno alla genitorialità. L’obiettivo prioritario dell’iniziativa, oltre a proseguire nel solco tracciato l’anno scorso nelle scuole, è quello di avvicinarsi ai cittadini e genitori e di avvicinarli al mondo della psicologia, per aiutarli a prendere maggior coscienza di sé e dei contesti relazionali nei quali si muovono e vivono.

Gli incontri dedicati ai genitori sono previsti per 4 giorni e si svolgeranno: presso la parrocchia San Francesco d’Assisi ai Romani martedì 10 alle 18,30 con la dottoressa Paola Perrotta; parrocchia Santa Maria la Nova, mercoledì 11 novembre alle 16, con la dottoressa Renata Gifuni; parrocchia Sant’Antonio giovedì 12 alle 16, con la dottoressa Luisa Merone; Santuario Maria dell’Arco giovedì 12 alle 16, con la dottoressa Valentina Scognamiglio; al quarto Istituto Comprensivo, di via Rosanea, venerdì 13 alle 16 con la dottoressa Mary Esposito.

«Genitori non si nasce ma si diventa e non esiste un manuale per imparare ad essere genitori. Incontri di questo tipo – dice l’assessore Giliberti – hanno l’obiettivo di sensibilizzare gli adulti all’ascolto attivo. In realtà molte volte non è tanto difficile capire i segnali che i nostri figli ci inviano. Piuttosto è la velocità con cui siamo abituati a vivere che ci impedisce spesso di soffermarci e farci raccontare semplicemente “come è andata a scuola” ed ascoltare poi la risposta. Per gli adolescenti è un discorso a parte, che merita attenzione. In questo si racchiude il senso di questi incontri in cui un esperto potrà dare risposte e dei cenni agli argomenti».

«Tra le iniziative che un Ente può mettere in campo a favore della cittadinanza – dice il sindaco Lello Abete – quelle che riguardano le politiche sociali più di altre hanno bisogno di una rete, di una rete di rapporti, di una rete di collaborazioni. Ringrazio perciò i parroci, i dirigenti scolastici e le professioniste impegnate con l’assessore Giliberti a svolgere sul territorio gli incontri in programma, dai quali potrebbero anche venir fuori indicazioni fondamentali per orientare le scelte amministrative».

Chiostro Madonna dell'Arco

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE