«Mi rivolgo a tutti quei commercianti che come me fanno sacrifici enormi per mandare avanti le loro attività. Fate molta attenzione stanno girando e cercando di metterci in ginocchio portando via tutti i nostri sacrifici». Esce allo scoperto Antonio Salvati, il commerciante a cui la notte tra Natale e Santo Stefano, una banda di ladri ha cercato di portare via telefonini e tablet dal suo negozio in via XXIV Maggio a Poggiomarino.

«Sono gli stessi che il primo novembre mi hanno svaligiato il negozio di portici – afferma con sicurezza l’imprenditore – Bisogna provvedere ad aumentare i vostri sistemi di protezione, solo così possiamo tutelarci». I malviventi, infatti, dopo avere distrutto la saracinesca, sono stati costretti ad andare via a mani vuote spiazzati dal sofisticato sistema di antifurto installato all’interno dell’attività commerciale, un allarme nebulotico che ha creato una densa nube di fumo rendendolo impossibile il “colpo”.

spaccata