In una serata che sembrava ordinaria, il supermercato di via Caravaggio a Sant’Antimo è stato teatro di una rapina a mano armata. Tre persone, con il volto coperto e armate di pistola, hanno fatto irruzione nel negozio e hanno sottratto circa 400 euro dalla cassa prima di fuggire.

Dinamica dell’Incidente
I rapinatori sono entrati nel supermercato indossando maschere per coprire il volto, rendendo difficile la loro identificazione. Con pistole in pugno, hanno minacciato il personale del negozio, costringendolo a consegnare il denaro contenuto nella cassa. Fortunatamente, non è stato esploso alcun colpo, e nessuno è rimasto ferito durante l’assalto.

Intervento delle Forze dell’Ordine
I carabinieri della tenenza locale di Sant’Antimo sono prontamente intervenuti sul luogo del crimine. Subito dopo l’accaduto, hanno avviato un’indagine per cercare di identificare e catturare i responsabili. Come parte delle indagini, le forze dell’ordine hanno acquisito le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza del supermercato, che potrebbero fornire elementi cruciali per risalire agli autori della rapina.

L’Importanza delle Immagini di Videosorveglianza
Le immagini dei sistemi di videosorveglianza rappresentano una risorsa fondamentale per gli investigatori. Attraverso l’analisi dei video, i carabinieri potranno ricostruire con maggiore precisione la dinamica della rapina, identificare eventuali dettagli riconoscibili sui rapinatori e tracciare la loro fuga. Le telecamere potrebbero aver catturato anche i veicoli utilizzati dai malviventi, fornendo ulteriori indizi.

Appello ai Testimoni
Le autorità invitano chiunque abbia informazioni utili sull’accaduto a farsi avanti e collaborare con le indagini. Anche i piccoli dettagli possono rivelarsi determinanti per risolvere il caso e assicurare i colpevoli alla giustizia.