Il Decreto Coesione 60/2024 introduce una serie di incentivi volti a promuovere l’occupazione giovanile e l’imprenditorialità under 35 in Italia come il nuovo Bonus da 500 euro. Tra le misure previste, spiccano un bonus di 500 euro mensili per i giovani imprenditori e l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali per i lavoratori assunti, con un massimo di 800 euro al mese per lavoratore. Questi provvedimenti sono destinati a sostenere la creazione di start-up nei settori strategici per lo sviluppo tecnologico e la transizione digitale ed ecologica.

Bonus 500 Euro per i Giovani Disoccupati
Il nuovo bonus di 500 euro mensili è destinato ai giovani disoccupati under 35 che avvieranno un’attività imprenditoriale tra il 1° luglio 2024 e il 31 dicembre 2025. Questo contributo sarà erogato dall’INPS per un massimo di tre anni, non oltre il 31 dicembre 2028. Per ottenere il bonus, l’attività imprenditoriale deve operare in settori strategici per lo sviluppo di nuove tecnologie e per la transizione digitale ed ecologica.

Il bonus sarà versato anticipatamente per il numero di mesi previsti e liquidato annualmente in forma anticipata. Importante sottolineare che tale contributo non concorrerà alla formazione del reddito, come stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Esonero dai Contributi Previdenziali
Il decreto prevede anche l’esonero dal versamento del 100% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro privati per i giovani under 35 assunti a tempo indeterminato dal 1° luglio 2024 al 31 dicembre 2025. Questo esonero può durare fino a tre anni, ma non oltre il 31 dicembre 2028, e non si applica ai premi e ai contributi dovuti all’INAIL.

L’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, ma è compatibile con la maggiorazione del costo ammesso in deduzione per nuove assunzioni. Tuttavia, non si applica ai rapporti di lavoro domestico e ai contratti di apprendistato.

Limiti di Spesa e Risorse Disponibili
Le risorse stanziate per lo sgravio contributivo e il bonus 500 euro sono limitate e distribuite annualmente come segue:

Per lo sgravio contributivo:

5 milioni di euro per l’anno 2024
39,5 milioni di euro per l’anno 2025
58,8 milioni di euro per l’anno 2026
53,7 milioni di euro per l’anno 2027
19,3 milioni di euro per l’anno 2028
Per il bonus 500 euro:

1,8 milioni di euro per l’anno 2024
14,1 milioni di euro per l’anno 2025
21,0 milioni di euro per l’anno 2026
19,2 milioni di euro per l’anno 2027
6,9 milioni di euro per l’anno 2028
Prossimi Passi
Per l’attuazione delle misure, si attende un decreto attuativo entro 30 giorni dalla data del decreto legge, e l’approvazione della Commissione Europea è necessaria. L’obiettivo del Decreto Coesione 60/2024 è chiaro: stimolare l’occupazione giovanile e supportare la creazione di nuove imprese nei settori strategici per il futuro del paese, contribuendo al contempo alla crescita economica e all’innovazione tecnologica in Italia.