I Carabinieri della stazione di Gragnano e Agerola, nell’ambito di una serie di controlli contro l’abusivismo edilizio, hanno effettuato operazioni mirate nei cantieri presenti nelle rispettive cittadine a sud-est di Napoli. Durante queste attività di monitoraggio, sono emerse diverse violazioni della normativa edilizia, che hanno portato a denunce e al sequestro preventivo di immobili. A Gragnano, tre persone sono denunciate mentre stavano ristrutturando un immobile situato in via SS per Agerola con l’intento di trasformarlo in una pizzeria, senza avere ottenuto i necessari permessi e in un’area soggetta a vincolo paesaggistico e sismico. Di conseguenza, l’intero immobile è sottoposto a sequestro preventivo.

Anche ad Agerola, i Carabinieri locali hanno condotto un’operazione simile, durante la quale tre individui – tra cui la proprietaria, un imprenditore edile e un geometra – sono denunciati. È emerso che avevano costruito un fabbricato su due livelli con sottotetto, per un totale di circa 350 metri quadrati, senza rispettare il permesso di costruire e in un’area soggetta a vincolo paesaggistico, senza le necessarie autorizzazioni e depositi previsti dalle normative.