G. E., un uomo di 33 anni residente ad Ercolano, arrestato dalle autorità per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nonostante il suo tentativo di disfarsi della droga gettandola nel water, è stato tratto in arresto dopo che i militari hanno perquisito la sua abitazione, scoprendo 24 dosi di crack. Inoltre, sono sequestrati altri 5 grammi della stessa sostanza, nascosti in una scatola. Durante la perquisizione rinvenuto anche materiale utilizzabile per il confezionamento della droga.

Le autorità hanno anche effettuato controlli in strada, identificando 52 persone e controllando 26 veicoli. Durante tali controlli, sono stati sequestrati complessivamente 10 grammi di hashish trovati nelle tasche di diversi individui, che verranno segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori di droga.

Ma le attività investigative non si sono fermate qui: due imprenditori sono denunciati per questioni riguardanti la sicurezza alimentare. Uno è denunciato per avere alimenti non sufficientemente controllati in un bar situato in via Panoramica, mentre l’altro ha ricevuto una denuncia per gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate nella cucina di un albergo in corso Resina.

Grazie al contributo del Nas di Napoli, sono effettuati controlli su diversi esercizi commerciali ad Ercolano. In particolare, il titolare di un bar in via Panoramica è sanzionato per la non corretta implementazione delle procedure di autocontrollo alimentare. La rappresentante legale di un albergo in corso Resina è multata per violazioni amministrative relative alla mancata tracciabilità dei prodotti alimentari. Inoltre, sono sequestrati 30 chili di alimenti. Per quest’ultima, le autorità hanno riscontrato anche gravi carenze strutturali e igienico-sanitarie nei locali della cucina, portando alla sospensione dell’attività di ristorazione.