Nelle tranquille terre tra Serre e Altavilla Silentina, una sinistra scoperta ha scosso la comunità locale e ha catturato l’attenzione dei media nazionali: l’indagine dei Carabinieri su presunti riti satanici. Le autorità hanno fatto una scoperta inquietante, che ha portato alla luce un’oscura serie di eventi che si svolgevano nell’ombra. I Carabinieri della compagnia di Eboli hanno sequestrato quattro vasi contenenti sangue e statuine raffiguranti il diavolo, una madonnina e una figura femminile. Accanto a queste rappresentazioni si trovavano inoltre oggetti quali una collana, una forca, un coltello e un rasoio, presumibilmente utilizzati per sgozzare e uccidere animali, suggerendo la pratica di riti oscuri e inquietanti.

Il rinvenimento di queste sinistre reliquie è avvenuto a ridosso del fiume Calore, in un’area che ora è al centro dell’attenzione e della preoccupazione della comunità locale. L’idea che simili attività potessero svolgersi in una località così tranquilla ha scioccato molti, e le autorità sono determinate a far luce su ciò che si cela dietro questa oscura vicenda.

Le indagini dei Carabinieri si concentrano ora su chi possa essere responsabile di questi presunti riti satanici e sulle motivazioni che li hanno guidati. La comunità locale è in stato di sconcerto e preoccupazione, con molte persone che chiedono risposte e azioni concrete per garantire la sicurezza della zona.