Una tragedia ha colpito il Porto di Napoli, dove Gaspare Davì, un uomo di 45 anni originario di Trapani, è morto mentre svolgeva il suo lavoro a bordo della nave Antares della GNV. Davì, sposato e padre di due figli, stava compiendo le ultime operazioni di carico prima della partenza della nave quando è rimasto tragicamente coinvolto in un incidente. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, Davì è schiacciato da un carrello utilizzato nella movimentazione della merce durante le operazioni di carico e scarico della nave. Purtroppo, l’uomo non si è accorto della manovra in corso ed è rimasto schiacciato, perdendo la vita sul colpo.

La nave Antares della GNV era pronta per partire verso Palermo e il suo tragitto era regolare. Le dinamiche precise dell’incidente sono ancora da chiarire e sarà compito della magistratura investigare per accertare le responsabilità.

La compagnia armatrice GNV ha espresso il proprio cordoglio per la perdita di Davì e ha assicurato massima collaborazione alle autorità preposte per investigare sull’accaduto. La compagnia ha anche manifestato il proprio supporto e vicinanza alla famiglia del lavoratore deceduto e ai suoi colleghi.

L’incidente ha suscitato reazioni anche da parte delle autorità portuali. Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, ha espresso profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Davì e ai suoi colleghi. Ha sottolineato l’importanza della sicurezza sul lavoro e ha ribadito l’impegno dell’autorità portuale nel garantire un ambiente di lavoro sicuro per tutti gli operatori del porto.