La segnalazione di un residente ai vigili del fuoco riguardante la caduta di calcinacci da un palazzo in via Nazionale ha scatenato una serie di azioni preventive da parte delle autorità, che hanno portato all’evacuazione di un edificio a Torre del Greco. La situazione critica è aggravata dal diffuso degrado strutturale, che ha sollevato seri timori per la sicurezza di quindici famiglie residenti, le quali sono temporaneamente sgomberate per precauzione. Il residente che ha segnalato il crollo dei calcinacci ha manifestato preoccupazioni per la situazione complessiva dell’edificio situato nella prima parte di via Nazionale, dove erano già pianificati lavori di ristrutturazione dall’assemblea condominiale. Tuttavia, una volta sul posto, i vigili del fuoco e i tecnici del Comune hanno constatato le gravi condizioni dell’immobile, decidendo di ordinare lo sgombero dei residenti e la temporanea chiusura delle cinque attività commerciali situate lungo la strada.

Per mitigare il rischio di ulteriori danni a cose e persone, è installato un ponteggio per proteggere la zona dai detriti e garantire la riapertura dei negozi. Inoltre, sono eseguiti interventi di puntellamento per rafforzare la stabilità dell’edificio in attesa dell’avvio dei lavori di ristrutturazione, già pianificati ma non ancora iniziati.