Nel contesto economico attuale, caratterizzato da una diffusa crisi finanziaria, i bonus rappresentano un sostegno vitale per i cittadini italiani, aiutandoli a far fronte alle spese quotidiane e alle difficoltà finanziarie. La recente Legge di Bilancio approvata nel dicembre 2023 ha introdotto una serie di modifiche significative al sistema economico, tra cui alcune riguardanti le aliquote dell’Irpef, ma ha anche previsto una serie di bonus volti ad alleviare il carico finanziario delle famiglie italiane.

Uno di questi bonus, di particolare rilevanza, è stato recentemente ufficializzato dall’Agenzia delle Entrate tramite la circolare n. 5/E del 7 marzo 2024. Si tratta del bonus affitto e mutuo, che i dipendenti possono ottenere grazie alle nuove disposizioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio 2024.

Secondo quanto stabilito, i datori di lavoro hanno la possibilità di rimborsare ai propri dipendenti un importo che varia da 1000 a 2000 euro. L’importo massimo è riservato a coloro che hanno figli a carico, rappresentando un nuovo Fringe Benefit che può essere incluso nel contratto di assunzione. Tuttavia, spetta al datore di lavoro decidere se aderire a queste opportunità offerte dal governo.

Per poter beneficiare di questo bonus, i dipendenti devono rispettare determinati requisiti di reddito. In particolare, sono previsti 1000 euro per tutti i lavoratori e 2000 euro per coloro che hanno figli a carico. Questo incentivo, insieme ad altri, mira a incentivare le aziende ad assumere nuovi dipendenti, contribuendo così alla ripresa economica del Paese.

Per richiedere il bonus, il dipendente deve comunicare al proprio datore di lavoro di avere diritto al beneficio, indicando eventualmente la presenza di figli a carico per ottenere l’importo massimo. Sarà sufficiente presentare la documentazione e compilare un’autodichiarazione in merito.