Chi ha diritto agli arretrati per l’aumento delle pensioni INPS previsto per aprile 2024? Quali benefici si attiveranno per i pensionati in quel mese?
Per ottenere chiarezza sull’argomento, l’aumento delle pensioni INPS previsto per aprile 2024 è il risultato di diversi fattori implementati dal governo.
In sintesi, ci sono da considerare i tagli del cuneo fiscale, le nuove fasce di reddito emerse dopo la riforma dell’IRPEF e l’incremento della pensione del 5,4% per compensare l’inflazione, calcolata in base alla media degli aumenti dei prezzi del 2023.

L’aumento delle pensioni INPS a partire da aprile 2024 e i nuovi scaglioni IRPEF

L’aumento delle pensioni, come accennato, è influenzato anche dallo scaglione IRPEF di appartenenza.

Ecco i nuovi scaglioni:
fino a 15.000 euro: l’aliquota rimane stabile al 23%
redditi compresi tra 15.001 e 28.000 euro: l’aliquota passa dal 25% al 23% nel 2024
redditi tra 28.001 e 50.000 euro: le aliquote rimangono al 35%
redditi superiori a 50.001 euro: le aliquote restano fisse al 43%.
La tabella INPS dimostra l’aumento effettivo delle pensioni grazie ai tagli del cuneo fiscale; noterete che il risparmio mensile, ovvero l’aumento, varia da 12 a circa 20 euro al mese.