“A seguito degli accordi di patteggiamento raggiunti dalle parti (ex art. 126 CGS), il presidente del Savoia 1908 S.S.D. Emanuele Filiberto di Savoia è sanzionato con sei mesi di inibizione (cinque più 30 giorni)”. A comunicarlo attraverso il suo portale è la Figc, con una nota ufficiale. Proprietario del Savoia, squadra di Torre Annunziata (Napoli) che porta il nome della casa reale, Emanuele Filiberto aveva acquisito nello stesso girone del campionato di Eccellenza Campania anche il Real Aversa.

“A carico di Emanuele Filiberto -spiega la nota Figc – erano aperti due distinti procedimenti di indagine. Il primo per aver acquisito la società Real Aversa, anch’essa militante in un campionato dilettantistico, violando quindi l’articolo 7 punto 9 dello Statuto della FIGC secondo il quale ”nessuna società partecipante a campionati della LND può avere soci, amministratori o dirigenti in comune”; il secondo, invece, per aver permesso che la propria società al termine del mercato invernale relativo alla stagione sportiva 2022-23 trattasse l’acquisizione delle prestazioni sportive del calciatore Fabio Sperandeo dell’AC Ercolano 1924 (e, in precedenza, dei calciatori Antonio Granata e Giovanni Liberti) per il tramite di un sedicente Agente, tale Sig. Emanuele Mazzocchi (o Marzocchi) di Napoli, il quale però non risulta essere mai iscritto nel Registro degli Agenti Sportivi.

Per responsabilità oggettiva – conclude la nota della Federazione – sanzionati con cinque mesi di inibizione Arcangelo Sessa (all’epoca presidente dotato di potere di legale rappresentanza del Savoia in precedente della stessa) e il club campano con 2.400 euro di ammenda (2000 per il primo procedimento, 400 per il secondo)”.