Palma Campania, Giunta e Maggioranza tengono fede al patto con la città continuando ad amministrare per il bene di Palma e dei Palmesi. Dopo le vicende giudiziarie che vedono coinvolto il Primo Cittadino Aniello Donnarumma (lo scorso 9 gennaio è  raggiunto dal provvedimento di misura cautelare, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Nola, attualmente  sospeso dal Prefetto di Napoli, ) insieme ad altri sette soggetti indagati (due dipendenti comunali e cinque imprenditori) è fermento mediatico in città che genera allarmismo e confusione nei cittadini .

A seguito di tali vicende non poche sono le richieste a mezzo social e attraverso manifesti dove la minoranza (composta dei gruppi Liberi e Forti e Palma di Tutti) chiede ripetutamente le dimissioni della maggioranza pensando evidentemente a nuove elezioni o finanche , (ad onor del vero) ad un commissariamento che si avrebbe laddove in caso di dimissioni non siano previste nuove elezioni: tutto ciò in nome e per conto del bene della città.

La ratio della minoranza risiede in un senso di protezione verso la città, una protezione che la maggioranza si chiede” da cosa?”

Un argomento che fa leva indubbiamente sui timori e perplessità dei cittadini e a cui la compagine Donnarumma, attraverso un manifesto, fa chiarezza rasserenando i cittadini sia in merito alle normative vigenti in tali circostanze, ma anche garantendo l’impegno politico suggellato con gli elettori lo scorso 14 maggio

Da come si evince dalle parole riportate sul manifesto: “Palma Campania non si ferma e non vi è volontà alcuna di frenare la sua crescita, di gettarla in uno stato di lassismo e di lasciare nell’ incertezza i suoi cittadini. Lavorando costantemente e garantendo uno scenario politico compatto ogni rischio viene così scongiurato, attraverso la direzione plausibile che evita un commissariamento a tutela della Città e dei cittadini”.

É così dissipato ogni dubbio su eventuali dimissioni , come spesso accade, che non trova riscontro nelle reali intenzioni di chi amministra e continua ad amministrare la città. Di seguito riportato il comunicato della Giunta e dei gruppi di maggioranza Palma 2028 e Orgoglio Palmese.

CONTINUIAMO AD AMMINISTRARE
PER IL BENE DI PALMA E DEI PALMESI
I consiglieri di minoranza hanno richiesto attraverso social media e manifesti le dimissioni dei consiglieri di maggioranza per “proteggere” Palma Campania! Da cosa?
LA RICHIESTA DI DIMISSIONI E’ DEL TUTTO PRETESTUOSA E NON TROVA ALCUNA GIUSTIFICAZIONE NE’ GIURIDICA, NE’ POLITICA.

I CONSIGLIERI DI MINORANZA IGNORANO CHE PER I FATTI ACCADUTI LA LEGGE NON PREVEDE ALCUN COMMISSARIAMENTO.

IL VOTO DEGLI ELETTORI PALMESI VA RISPETTATO!

CON IL 64,3% DEI CONSENSI I PALMESI HANNO SCELTO DI ESSERE AMMINISTRATI DAGLI ATTUALI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA!

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PUO’ AMMINISTRARE IL PAESE CON PIENEZZA DI POTERI.

Le vicende giudiziarie relative al Sindaco, cui va la nostra piena solidarietà, non ci lasciano indifferenti e attendiamo serenamente che la Giustizia faccia il proprio corso.

Tuttavia è giusto ribadire che nel nostro ordinamento giuridico vige il principio di innocenza fino a sentenza definitiva di condanna: il Sindaco Donnarumma è attinto da un provvedimento cautelare, ovvero prima ancora che inizi un processo, e sospeso dal Prefetto come atto dovuto; tale sospensione cesserà automaticamente al decadere della misura cautelare.

E’ sotto gli occhi di tutti che l’Amministrazione comunale sta continuando incessantemente a lavorare per i cittadini palmesi: le strade asfaltate, i controlli relativi al sovraffollamento abitativo, la manutenzione del verde, l’organizzazione del Carnevale lo dimostrano!

COMPLETEREMO TUTTI I PROGETTI IN CORSO E TUTTO QUANTO PREVISTO NEL PROGRAMMA ELETTORALE.

Ai consiglieri di minoranza chiediamo:di non mistificare i fatti; di non speculare sulle vicende giudiziarie altrui, di non ergersi a giudici e di avere rispetto degli uomini e del voto dei cittadini.

Abbiate un sussulto di dignità politica e umana e collaborate nell’attuazione del programma amministrativo per il decantato, ma ad oggi non dimostrato, bene di Palma e dei Palmesi.

La Giunta e i consiglieri di Maggioranza