Nel rione Cavalleggeri, periferia Ovest di Napoli, la vita di Loredana Belluno sembrava svolgersi in un regno di lusso kitsch, caratterizzato da mobili bianchi, simboli di Versace, bagni con marmi neri e gioielli sfarzosi. Con quasi 200mila follower su TikTok, Loredana e suo marito, Luigi Sorrentino, hanno costruito una presenza online apparentemente centrata sulla condivisione di momenti di vita quotidiana. Tuttavia, dietro il velo di lusso, la realtà è svelata dalla visita a sorpresa dei carabinieri.

La Svolta Inaspettata:
La vita da tiktoker di successo è interrotta dall’arresto: lui destinato al carcere, lei ai domiciliari. La residenza che sembrava uno scenario di opulenza nascostamente celava qualcosa di più oscuro. L’operazione delle forze dell’ordine ha portato al ritrovamento di decine di dosi di cocaina nell’appartamento, insieme a diversi orologi di pregio e 20mila euro in contanti.

L’Accusa e i Collegamenti Criminali:
Entrambi già noti alle forze dell’ordine, marito e moglie sono accusati di detenzione di droga a fini di spaccio, aggravato dai presunti legami con un clan di camorra. L’accusa si basa sull’articolo 416 bis comma 1 del Codice Penale, suggerendo che l’attività di spaccio potrebbe essere collegata a un’organizzazione criminale.

Il Profilo TikTok: Una Finestra Sull’Opulenza:
Il profilo TikTok, denominato “Loredana_Luigi,” faceva della vita lussuosa e degli sfarzi il suo principale elemento distintivo. La tiktoker condivideva momenti apparentemente felici: incontri con amiche, balletti con la figlia, e video dal veterinario con il cane. Tuttavia, la vita opulenta è stata messa in ombra dall’arresto e dalle accuse gravi.

La Doppia Vita Online e Offline:
Se sul profilo TikTok non emergono riferimenti alla malavita, su Facebook il panorama cambia. Post che suggeriscono un coinvolgimento con ambienti criminali, con citazioni come “la cella non è dura se la vivi senza paura” e immagini del boss Raffaele Cutolo, disegnano un quadro molto diverso rispetto all’immagine glamorosa online.