I titolari delle licenze per gli stabilimenti balneari di Torre del Greco potranno avviare le loro attività già dal prossimo primo maggio e sarà loro consentito tenere aperti i lidi fino al 30 settembre 2024. È quanto previsto dall’ordinanza firmata dal sindaco Luigi Mennella e dalla dirigente Claudia Sacco che stabilisce appunto l’apertura anticipata in occasione della prossima stagione estiva.

Tutto parte dalla delibera di giunta licenziata a fine 2023 ed avente ad oggetto “Approvazione linee di indirizzo per l’applicazione della legge recante disposizioni sull’efficacia delle concessioni demaniali e dei rapporti di gestione per finalità turistico-ricreative e sportive”, che ha fornito al dirigente del settore competente l’indirizzo di differire il termine di scadenza delle concessioni in essere per il tempo strettamente necessario alla emanazione e conclusione delle procedure di gara e, comunque, entro il 31 dicembre 2024 o entro il termine che emergerà dall’evoluzione della normativa in discussione a livello sovracomunale”.

Questo fa sì che l’amministrazione comunale deve assicurare rispondenza “alle norme di legge e di regolamento per il perseguimento dell’interesse pubblico nel rispetto dei principi di efficienza ed efficacia della conseguente azione amministrativa”. Per questo motivo, informati Capitaneria di Porto e ottavo settore comunale e considerato che “i gestori/concessionari dei lidi e degli stabilimenti balneari del territorio di Torre del Greco prima in una riunione del 9 gennaio e poi con richiesta pec del 13 febbraio, hanno manifestato, fra l’altro, la volontà di anticipare le attività al primo maggio e di anticipare la chiusura al 30 settembre 2024”, si è venuto incontro alle richieste avanzate nelle settimane scorse dai responsabili del lidi.