A partire dal 31 gennaio 2024, i giovani italiani che hanno compiuto 18 anni nel corso del 2023 avranno la possibilità di richiedere due nuovi bonus governativi: la Carta Cultura Giovani e la Carta del Merito. Questi incentivi sostituiscono l’ex Bonus Cultura da 500 euro e offrono la possibilità di ottenere un totale di 1.000 euro. Ecco una guida sintetica su come accedere a queste opportunità.

I Bonus Disponibili: Carta Cultura Giovani e Carta del Merito

I due bonus, Carta Cultura Giovani e Carta del Merito, sono cumulabili e offrono ciascuno 500 euro. Entrambi consentono di effettuare spese in settori culturali e formativi, ma presentano differenze nei requisiti e nell’aspetto premiale.

Requisiti per la Richiesta: Chi può beneficiare dei Bonus?

Per poter richiedere entrambi i bonus, è necessario aver compiuto 18 anni nel 2023. I beneficiari devono essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno. La residenza effettiva in Italia è un requisito, e la famiglia del richiedente deve possedere un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità, non superiore a 35.000 euro (ISEE 2024 riferito a patrimoni e redditi del 2022).

Differenze tra Carta Cultura Giovani e Carta del Merito

La Carta Cultura Giovani è aperta a tutti i giovani che soddisfano i requisiti di età e residenza, mentre la Carta del Merito è destinata a coloro che si sono distinti per il merito scolastico, ottenendo il massimo punteggio (100/100) all’esame di maturità.

Utilizzo dei Fondi: Cosa è possibile acquistare?

I fondi caricati sulle carte possono essere spesi per una varietà di attività culturali e formative, tra cui:

Biglietti del teatro, spettacoli, ingresso ai musei, eventi culturali, mostre, parchi naturali e cinema.
Musica.
Libri.
Abbonamenti a quotidiani, riviste o periodici, anche digitali.
Corsi di teatro, lingue straniere, musica e danza.
Procedura di Richiesta: Come ottenere i Bonus?

Dal 31 gennaio al 30 giugno 2024, i giovani potranno presentare le domande tramite la piattaforma online fornita dal Ministero. La registrazione sulla piattaforma sarà il primo passo per accedere ai bonus.