Una giornata di viaggio a bordo del bus della linea 01NA della società regionale di trasporto pubblico locale, Air Campania, è diventata un incubo per i passeggeri e il conducente quando un uomo ha reagito violentemente alle richieste del controllore di esibire il biglietto. L’incidente è avvenuto a Castel Volturno, nel Casertano, quando al passeggero è chiesto di mostrare il proprio titolo di viaggio. La reazione dell’uomo è stata immediata e violenta: prima ha ingiuriato il controllore e una passeggera, poi ha estratto una lama minacciando il controllore stesso. La situazione è rapidamente degenerata, causando momenti di paura tra i presenti.

Ciro Montella, il coraggioso autista di 48 anni di Napoli, ha prontamente reagito bloccando l’uomo alle spalle, impedendo ulteriori minacce o violenze. Nel frattempo, il conducente ha allertato i carabinieri di Mondragone, che sono intervenuti tempestivamente. L’uomo, un cittadino straniero di circa 50 anni, è stato preso in custodia e trovato in possesso di un paio di forbici oltre alla lama.

Durante l’azione di difesa, l’autista Montella ha riportato un ematoma alla testa a causa degli scontri contro la porta della cabina. Secondo le prime valutazioni mediche, l’autista avrà bisogno di sette giorni di riposo per recuperare dai traumi subiti durante l’incidente.

Anthony Acconcia, Amministratore Delegato di Air Campania, ha espresso indignazione riguardo a questa ennesima aggressione ai danni degli autisti della compagnia e ha dichiarato: “Continue aggressioni ai nostri autisti da delinquenti senza scrupoli. Ora basta.” L’episodio solleva la questione della sicurezza a bordo dei mezzi pubblici e pone l’accento sulla necessità di misure più efficaci per garantire la protezione del personale e dei passeggeri.