La notte scorsa ha portato una tragica notizia a Balestrate, comune costiero nel Palermitano, con la morte di Francesco Bacchi, un giovane di soli 20 anni. La tragedia si è consumata davanti a una discoteca locale, quando, dopo la chiusura dell’evento, è scoppiata una violenta rissa. Dopo le 3 del mattino, la discoteca Medusa di via Palermo ha chiuso i battenti, ma il clima festoso è improvvisamente mutato in violenza. Una rissa in strada ha coinvolto diversi individui, e il giovane Bacchi è brutalmente colpito a calci e pugni da più persone, lasciato a terra in una scena di inaudita brutalità. Soccorso dal 118, è trasferito all’ospedale di Partinico, ma purtroppo, nonostante gli sforzi del personale medico, ha perso la vita poco dopo il suo arrivo al pronto soccorso.

Questa terribile vicenda segue di appena un mese un altro omicidio in un contesto simile: Rosolino Celesia, un ventitreenne ex calciatore, è finito ucciso da un colpo di pistola durante una nottata in discoteca a Palermo.

Francesco Bacchi, figlio di Nini Bacchi, noto nel mondo delle scommesse online, è stato vittima di un atto di violenza che, secondo le prime indagini dei carabinieri di Partinico, sembra essere stato compiuto da una delle sette persone coinvolte nella rissa. Le indagini sono ancora in corso, e i carabinieri stanno esaminando attentamente le immagini dei sistemi di videosorveglianza nella zona per raccogliere prove e identificare i responsabili.

Nonostante il coinvolgimento del padre nell’inchiesta antimafia Game Over, sembra che la tragedia di Francesco Bacchi non abbia alcuna connessione con il crimine organizzato. La comunità è sgomenta e sconvolta dalla perdita di un giovane così promettente, e le autorità sono determinate a far luce su questo atto di violenza inaccettabile.