Una scena inquietante è emersa di recente nel quartiere di Secondigliano, Napoli, quando un giovane di 29 anni è finito arrestato per aver allestito una bancarella di fuochi illegali nel suo garage. I militari del nucleo radiomobile di Napoli, in un normale pattugliamento in via Giardino dei Ciliegi, hanno notato una bancarella di fuochi illegali in bella mostra, con il portone aperto e diversi potenziali clienti in fila. All’interno del garage, sono rinvenuti 761 candelotti Cobra, 10 “cipolle” artigianali e altri fuochi pirotecnici, tutti in vendita senza alcuna licenza autorizzata.

La vendita non autorizzata di fuochi pirotecnici è un reato grave e mette a rischio la sicurezza pubblica e individuale. L’azione dei militari ha portato all’arresto del giovane, che dovrà affrontare il giudizio delle autorità competenti.

Il giovane incensurato dovrà trascorrere i prossimi giorni ai domiciliari, in attesa di giudizio, mentre l’evento ha evidenziato il rischio e la pericolosità legati alla detenzione e alla vendita illegale di fuochi pirotecnici. La presenza di numerosi clienti nella fila della bancarella sottolinea l’urgenza di affrontare questa problematica, poiché tali dispositivi sono estremamente pericolosi se utilizzati senza adeguati controlli e regolamentazioni.

La detenzione di fuochi pirotecnici senza licenza è un atto illegale che può mettere a repentaglio la sicurezza pubblica, causando danni gravi a persone e proprietà circostanti. Questa situazione richiama l’attenzione sull’importanza di seguire le leggi e i regolamenti in materia di sicurezza, specialmente durante periodi in cui l’uso di fuochi d’artificio è diffuso, come le festività.