Una tranquilla passeggiata lungo il lungomare di Salerno si è trasformata in un incubo per un uomo di 50 anni originario di Avellino, vittima di un aggressivo attacco da parte di un cane randagio. L’incidente, avvenuto qualche giorno fa, ha lasciato l’uomo ferito agli arti superiori in seguito all’aggressione improvvisa del cane. Durante la passeggiata, l’animale ha improvvisamente attaccato l’uomo, facendolo cadere a terra. Solo grazie all’intervento tempestivo di alcuni passanti, il cane ha interrotto l’aggressione, permettendo all’uomo di allontanarsi dall’animale.

Fortunatamente, un’ambulanza è giunta in breve tempo sul luogo dell’incidente e ha trasportato il 50enne all’ospedale Ruggi, dove è stato sottoposto a cure mediche urgenti. I medici hanno dovuto effettuare circa cento punti di sutura per chiudere le ferite riportate agli arti superiori e al tronco.

Oltre alle lesioni fisiche, l’uomo ha riportato uno stato di shock a causa dell’aggressione subita. Fortunatamente, al momento non sembra correre pericolo di vita ed è attualmente sotto il controllo medico. L’incidente pone l’accento sull’importanza di affrontare la questione dei cani randagi e sull’implementazione di strategie per la gestione e la prevenzione di tali eventi, garantendo la sicurezza di tutti coloro che frequentano le aree pubbliche.