La Capitaneria di Porto di Forio d’Ischia ha eseguito il sequestro di un intero albergo abusivo situato sul lungomare del comune isolano. L’operazione è condotta su delega della Procura della Repubblica di Napoli, quinta sezione – ambiente, edilizia e urbanistica, e coordinata dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli. L’azione è eseguita dall’Ufficio Locale Marittimo foriano della Guardia Costiera insieme alla Polizia Municipale locale. La struttura, denominata “Rotonda sul Mare,” è dichiarata completamente abusiva e oggetto di varie violazioni edilizie e ambientali.

Le Violazioni Contestate

I proprietari dell’immobile sono colpiti da una serie di accuse, tra cui:

Costruzione Abusiva: La struttura è costruita senza rispettare le normative edilizie vigenti.

Edificazione in Spregio della Normativa Paesaggistica: Le opere edilizie realizzate non hanno tenuto conto delle leggi paesaggistiche, che mirano a preservare l’ambiente naturale.

Edificazione in Spregio della Normativa Sismica: La costruzione non ha rispettato le norme antisismiche, mettendo in pericolo la sicurezza degli occupanti.

Illecita Occupazione Demaniale Marittima: L’albergo aveva occupato illegalmente terreni demaniali marittimi senza autorizzazione.

L’Estensione della Struttura

La struttura abusiva è composta da tre piani e comprende 9 appartamenti, di cui 6 al pian terreno, 2 al primo piano e 1 al secondo piano. Nelle recenti operazioni edilizie eseguite nella zona, sono state apportate importanti modifiche, tra cui lo sbancamento di 150 mq e 450 metri cubi di terreno vegetale, la creazione di una scogliera privata di 80 mq senza concessione, la costruzione di nuovi locali a servizio dell’hotel e l’apertura di nuovi prospetti.