Un episodio tragico ha scosso la comunità di San Benedetto, quando Cristina Maccabei, una donna di 45 anni di Trevi, in Umbria, è finita investita da un treno alla stazione di Porto d’Ascoli il 30 settembre scorso. Tuttavia, una nota positiva ha illuminato questa storia alquanto dolorosa: Eva, la cagnolina di Cristina, è ritrovata. La tragedia si è verificata quando la donna si trovava sul marciapiede del binario due e, per circostanze ancora da chiarire, è caduta sui binari, venendo travolta da un convoglio merci diretto verso nord. Le indagini su questo incidente si sono svolte inizialmente in massimo riserbo, considerando tutte le possibili cause dell’accaduto.

Tuttavia, durante le ricerche della cagnolina Eva, le speranze sono rinfrancate quando accanto al corpo di Cristina sono rinvenuti un guinzaglio spezzato e un trasportino. Questi indizi hanno suggerito che la donna potrebbe essere disposta a tutto pur di proteggere il suo fedele amico a quattro zampe. La teoria che Cristina abbia tentato di salvare Eva dalla stessa tragica fine che l’ha colpita ha iniziato a circolare, aggiungendo un tocco di eroismo a questa tragica storia.

L’associazione “L’amico fedele di San Benedetto” ha condiviso la notizia toccante del ritrovamento di Eva: “Dopo 13 giorni di ricerche… ieri sera Eva è stata ritrovata… Ci sono volute due settimane, ma alla fine la piccola è tornata fra le braccia di chi non ha mai perso la speranza. Un grazie di cuore a tutti voi che ci avete aiutato con condivisioni e segnalazioni. Grazie ai familiari e agli amici della proprietaria di Eva.”