Nelle strette vie di Vico Equense, in provincia di Napoli, un avvenimento sconvolgente ha scosso la tranquillità di un noto supermercato. Un uomo di 37 anni, già noto alle forze dell’ordine, ha minacciato il proprio fratello con un piccone al fine di ottenere denaro per l’acquisto di sostanze stupefacenti. La scena si è svolta all’interno del supermercato, sotto gli sguardi impauriti dei clienti presenti.

L’aggressore, dopo aver intimato il fratello, ha richiesto e ottenuto il cellulare come pagamento. Tuttavia, ciò non è stato sufficiente. In un gesto tanto inusuale quanto bizzarro, l’uomo ha proseguito nella sua attività criminale, addirittura recandosi a compiere la spesa. Ha selezionato due birre e un pezzo di pane, regolarmente pagati alle casse del supermercato, dimostrando un comportamento del tutto paradossale.

Tuttavia, il suo tentativo di fuga è stato stroncato sul nascere: all’esterno ad attenderlo c’erano i carabinieri, pronti a fermare l’aggressore e a porre fine alla sua azione criminosa. Le manette sono scattate immediatamente per il 37enne, il quale ora dovrà rispondere delle accuse di rapina e di porto abusivo di strumenti atti ad offendere.

L’episodio, avvenuto alla luce del giorno e di fronte a numerosi testimoni, ha destato sgomento e preoccupazione tra i residenti e i frequentatori abituali del supermercato coinvolto. La reazione rapida e decisa delle forze dell’ordine ha impedito ulteriori sviluppi del pericoloso scenario.