“Condizioni igienico-sanitarie compromesse” nell’istituto penale minorile (IPM) di Airola, in provincia di Benevento, dove è segnalata “la presenza di numerosi ratti di medie e grosse dimensioni, che circolano all’interno del reparto ‘Articolo 21′”. A denunciarlo, in una nota congiunta, sono i sindacati di Polizia Penitenziaria Sinappe, Uilpa, Uspp e Cgil-Funzione Pubblica che hanno inviato una lettera, tra gli altri, al capo dipartimento della Giustizia Minorile Antonio Sangermano e al direttore generale Giuseppe Cacciapuoti. Ai vertici è chiesto “di prendere seriamente in considerazione la chiusura anticipata dell’IPM in attesa della ristrutturazione approvata dal PNRR”.

Secondo quanto è sottolineato nel comunicato “la presenza dei ratti è dovuta soprattutto alle condizioni fatiscenti della struttura” dove sono compromesse le condizioni di vivibilità. Ciononostante, aggiungono i sindacati, gli “organi superiori continuano a fare orecchie da mercanti mettendo a serio rischio in primis la salute mentale e fisica” degli operatori e dei ristretti che, è spiegato, “ci vivono h24”. Sinappe, Uilpa, Uspp e Cgil-Funzione Pubblica chiedono “interventi incisivi e urgenti per prevenire una vera invasione” e, infine, “la chiusura anticipata dell’istituto penale minorile”.