Il decreto 69 del 13 giugno, introdotto dal Governo Meloni, ha prorogato il bonus Carta del Docente per il 2023. Questa agevolazione economica è rivolta agli insegnanti precari che svolgono supplenze, spesso fuori sede, offrendo loro un sostegno finanziario per la formazione e la partecipazione ad attività culturali. La Carta del Docente, estesa a oltre 80.000 precari, compresi i supplenti annuali con contratto fino al 31 agosto, è un portafoglio virtuale dedicato agli insegnanti, accessibile attraverso un sito web creato e gestito dal MIUR. Attraverso questa carta, gli insegnanti possono ottenere un buono da 300 o 500 euro da utilizzare per attività culturali o per l’aggiornamento del proprio curriculum professionale. Il bonus è destinato sia ai docenti di ruolo che ai precari, con un importo di 500 euro all’anno per i docenti di ruolo e 300 euro per i precari.

Lo scopo principale della Carta del Docente è fornire un’opportunità di formazione continua agli insegnanti, consentendo loro di iscriversi a corsi, acquistare software aggiornati per i loro computer e partecipare ad eventi culturali presso musei o teatri.

Il bonus spetta a un totale di 67.497 insegnanti impiegati fino al 31 agosto. Tuttavia, il bonus docenti precari è disponibile solo per coloro che svolgono supplenze annuali, a tempo pieno o parziale. Per ottenere il bonus, è necessario possedere uno SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e registrarsi sul sito della Carta del Docente. Successivamente, è possibile seguire alcuni passaggi per richiedere il buono: si deve accedere alla pagina “Crea buono”, scegliere tra le opzioni disponibili, inserire il prezzo del bene o servizio desiderato e il sito genererà un buono con un codice QR. Il codice QR può essere salvato sul cellulare o stampato e utilizzato per effettuare gli acquisti. Nei negozi fisici, è sufficiente mostrare il codice, mentre negli acquisti online è necessario inserirlo negli appositi spazi dedicati.