Il governo Meloni sta lavorando a un pacchetto di misure fiscali volte ad aiutare le persone con redditi medio-bassi, riducendo le tasse e aumentando gli stipendi. L’obiettivo è fornire sostegno alle fasce di popolazione più colpite dall’inflazione e dal caro-energia. Tuttavia, l’intervento del governo si estenderebbe anche alle persone con entrate medio-alte.

La presidente del Consiglio, durante un incontro con i rappresentanti sindacali a Palazzo Chigi, ha sottolineato l’importanza di ridurre le tasse. La delega fiscale del governo mira a una riforma completa del sistema, con una progressiva riduzione delle aliquote dell’Irpef per abbassare la pressione fiscale. Ciò implica l’ampliamento dello scaglione più basso per includere un maggior numero di lavoratori.

Attualmente, le aliquote dell’Irpef sono quattro e con la prossima riforma fiscale, che avrà inizio nel 2024, si potrebbe passare a tre aliquote. Le nuove aliquote proposte sarebbero del 23% per i redditi fino a 28.000 euro, del 35% per i redditi superiori a 28.000 e fino a 50.000 euro, e del 43% per i redditi superiori a 50.000 euro.

Ciò significherebbe una riduzione annua delle imposte di: 60 euro per redditi fino a 15.000 euro, 100 euro per redditi di 20.000 euro, 400 euro per redditi di 35.000 euro e 700 euro per redditi superiori a 50.000 euro.

Inoltre, il partito Fratelli d’Italia ha presentato una proposta di legge per introdurre un reddito di infanzia e un assegno di gioventù, al fine di aiutare le famiglie appartenenti alle classi media e bassa. Il reddito di infanzia prevede un assegno mensile di 400 euro per i primi sei anni di vita di ogni figlio minore a carico delle coppie con un reddito fino a 90.000 euro annui, con aumenti in caso di particolari situazioni familiari. L’assegno di gioventù prevede invece un sussidio di 250 euro al mese per ciascun figlio dai 7 anni fino al compimento del venticinquesimo anno di età, a condizione che i figli continuino gli studi.

La proposta di legge prevede anche detrazioni per le spese sostenute dai neogenitori entro 24 mesi dalla data del parto per consulenza psicologica e psicoterapia individuale o di coppia.

In sintesi, il governo Meloni sta lavorando a un pacchetto di misure fiscali che includono la riduzione delle tasse, aumenti degli stipendi e sostegni specifici per le famiglie e i giovani. L’obiettivo è fornire supporto alle persone con redditi medio-bassi, ma anche considerare interventi per chi ha entrate medio-alte, al fine di mantenere il ritmo di crescita del PIL e superare la media europea.