Napoli si prepara alla festa per il terzo scudetto con un piano sanitario per fronteggiare le emergenze durante i festeggiamenti previsti nel prossimo weekend. Lo prevede l’Asl NAPOLI 1 con la pianificazione del primo soccorso per “la manifestazione spontanea per festeggiamenti in strada vittori aritmetica scudetto del Scc Napoli”, riporta il piano pubblicato dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate sulla propria pagina Facebook. Il piano prevede una finestra operativa dal sabato 29 aprile alle ore 12 fino a lunedì 1 maggio alle 6. “Tutti i pronto soccorso della città di NAPOLI adotteranno uno stato di allerta con incremento del personale”, si legge nel piano.

Sono previsti 12 ‘health point’ o punti di primo soccorso con 1 medico e 4 infermieri, saranno fuori lo stadio Maradona, piazza del Plebiscito, piazza Dante, piazza Garibaldi, piazza Sannazzaro, piazza Mercato, piazza Vittoria, piazza della Repubblica, via Duomo, piazza Carlo III, via Nazario Sauro, piazza C.Esposito (Scampia). Sono previste, in totale dal piano, 40 ambulanze, 8 moto mediche e 2 golf car mediche. Ci saranno anche, in prossimità degli ‘Health Point’ 65 coppie di soccorritori appiedati, 1 infermiere e 1 soccorritore, con defibrillatore.

“Gli operatori d’emergenza-urgenza del 118 di Napoli sono pronti per la festa scudetto. Il mio augurio è che finisca come quando gioca in casa con pronto soccorso vuoti. E’ una provocazione, ma speriamo davvero fili tutto liscio. C’è un piano per il primo soccorso davvero importante e ci fa piacere vedere tutto questo personale e mezzi in campo quando da anni lamentiamo la carenza di medici. Apprendiamo con gioia che le cose allora si possono fare”. Così all’Adnkronos Salute Manuel Ruggiero, presidente di ‘Nessuno tocchi Ippocrate’ e medico di emergenza del 118 di Napoli.

Ma quale potrebbe essere il rischio sanitario per i tifosi in festa? “Lo spirito del napoletano è goliardico e come spesso accade durate questi eventi si tende a non stare male – risponde Ruggiero – Il rischio maggiore potrebbe essere il grande movimento di mezzi, persone e scooter per le vie della città. Quindi il pericolo di incidenti stradali. Speriamo tutti indossino il CASCO ma temo non sarà così perché, come sappiamo, durante una festa per uno scudetto in tanti si travestiranno”.