Caso cronaca nera che vede coinvolta un’ucraina di 48 anni, accusata di aver rapinato tre donne anziane a Roma, dopo essersi fatta assumere come badante. Secondo quanto riportato dalle indagini, la donna avrebbe addormentato le sue vittime utilizzando farmaci e sonniferi, per poi derubarle dei loro soldi e oggetti di valore. Il caso è emerso quando una delle donne ha chiesto l’intervento della polizia, dopo essersi svegliata e aver trovato la nonna addormentata, senza traccia della badante assunta poco prima. La donna si è accorta che mancavano 550 euro dal suo portafogli. Gli agenti hanno successivamente verificato altri due casi simili e hanno individuato la 48enne in casa di un’altra anziana, dove era assunta da pochi giorni.

L’episodio, oltre a suscitare forte preoccupazione tra i familiari degli anziani assistiti a domicilio, ha sollevato la questione della sicurezza dei soggetti più vulnerabili della società. La badante, attualmente sotto processo, rischia l’accusa di furto aggravato e maltrattamenti nei confronti degli anziani assistiti.