L’Ospedale Cardarelli di Napoli si trova in una situazione di criticità a causa dell’elevato numero di accessi al pronto soccorso. Attualmente ci sono 74 pazienti in barella, mentre la direzione dell’ospedale ha chiesto al 118 di dirottare le ambulanze verso altre strutture sanitarie. Questa decisione è stata presa al fine di decongestionare la situazione e di garantire un migliore supporto al pronto soccorso, che ha dovuto gestire oggi sei ricoveri in codice rosso e 47 casi in codice giallo.

La direzione dell’ospedale ha deciso di sospendere i ricoveri programmati per liberare posti letto e ridurre la pressione sul pronto soccorso. In questo modo, saranno accolti solo i pazienti in condizione di urgenza che si rechino autonomamente al pronto soccorso. La situazione è resa ancora più critica dal fatto che, secondo quanto riferito dalla direzione, mancano i medici e quindi risulta difficile potenziare l’offerta.

Il pronto soccorso dell’Ospedale Cardarelli di Napoli si trova in una situazione simile a quella di molti altri ospedali in Italia. La Campania, in particolare, ha meno posti letto di altre regioni e questa situazione si ripercuote sulla capacità di gestire l’afflusso di pazienti al pronto soccorso. Nonostante le difficoltà, la direzione dell’ospedale non ha definito chiuso il pronto soccorso e sta cercando di gestire la situazione nel migliore dei modi possibili, con l’aiuto dei medici e del personale sanitario.