Assegno unico più pesante per i nuclei familiari numerosi a partire dal prossimo gennaio. Il “pacchetto famiglia” messo a punto dal governo comprende infatti il raddoppio della maggiorazione prevista nel caso ci siano almeno quattro figli: dagli attuali 100 euro passa a 200, che si aggiungono ai 175 riconosciuti nel 2022 per ciascun figlio (questi sono i valori massimi che però si riducono al crescere dell’indicatore della situazione economica, Isee).

Assegno unico aumenta, a chi va la maggiorazione

 

Inoltre una specifica maggiorazione da 100 euro dovrebbe essere riconosciuta a quei nuclei in cui sono presenti figli gemelli, a fronte del maggior impegno anche finanziario che questo tipo di situazione comporta. Ma gli importi dell’assegno unico e universale (Auu) cresceranno anche per le altre famiglie interessate perché la legge prevede l’adeguamento automatico all’inflazione.

Quando sarà applicato il meccanismo

 

Il 2023 sarà il primo anno di applicazione di questo meccanismo e l’obiettivo del ministero della Famiglia è far scattare gli aumenti già dal mese di gennaio, anche se in realtà il “ciclo” dell’Auu parte da marzo al febbraio successivo (a partire dal mese di gennaio sono presentate le domande). L’importo base dell’assegno dovrebbe quindi salire a circa 190 euro dagli attuali 175.