fbpx
Home Articoli in Evidenza Da Torre a Lecce per uccidere la ex: ergastolo confermato

Da Torre a Lecce per uccidere la ex: ergastolo confermato

I giudici della Corte d’Assise d’Appello di Lecce hanno confermato la condanna all’ergastolo per Salvatore Carfora, il 39enne di Torre Annunziata che il primo febbraio 2021 uccise Sonia Di Maggio, di 29 anni, di Rimini, la sua ex fidanzata, accoltellandola per strada a Specchia Gallone, frazione di Minervino. I giudici hanno annullato l’isolamento diurno per un anno disposto dai giudici della Corte d’Assise in primo grado.

La giovane si era trasferita in Salento per iniziare una nuova relazione. Carfora arrivato da Napoli, la sorprese per strada mentre passeggiava col nuovo compagno. Scese dall’autobus e la uccise sotto gli occhi dell’uomo con 31 coltellate inferte al capo, al collo e al volto. L’omicidio era stato preannunciato da una serie di messaggi minacciosi nei quali Carfora intimava ai due di interrompere la loro relazione.

Questo sito utilizza i cookie indicati nella privacy policy.
Nel pannello potrai ottenere maggiori informazioni e selezionare le categorie di cookie di cui accetti l’utilizzazione.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy