Home Articoli in Evidenza Vincenza morta dopo il parto, aperta l’inchiesta – LA RICOSTRUZIONE

Vincenza morta dopo il parto, aperta l’inchiesta – LA RICOSTRUZIONE

Aveva dato alla luce il 9 agosto scorso, all’Ospedale Internazionale in via Tasso, il primo figlio. Enza Donzelli e Andrea Cannavale, produttore cinematografico e figlio dell’indimenticato Enzo, avevano coronato un sogno. Un bimbo bello e desiderato per la felicità di una coppia amata da tutti. Poi la tragedia. Il fulmine del destino: Vincenza ha accusato dei malori, le sue condizioni si sono fatte «difficili» tanto che i medici ne hanno disposto subito il trasferimento al Cardarelli dove, però, è deceduta, all’età di 43 anni, per motivi ancora tutti da chiarire e per appurare i quali è aperta un’inchiesta su richiesta della famiglia. Insomma, si dovrà chiarire cosa è accaduto e perché nel 2022 si possa ancora morire di parto.

Una tragedia che ha sconvolto gli ambienti culturali della città. Vincenza Donzelli, operatrice culturale era tra le animatrici della Galleria Borbonica, della quale era responsabile per il percorso “via delle Memorie”, ed era l’organizzatrice di tantissimi eventi di carattere nazionale. A Palazzo Serra di Cassano aveva fondato l’associazione culturale “InternoA14” dalla quale si accede al percorso della Galleria Borbonica che proprio lei aveva portato a livelli altissimi e al quale si era dedicata fino a pochi giorni prima di partorire.

La sua morte è una grande perdita per il mondo culturale e artistico della città, ai quali ha dato moltissimo anche nel suo impegno civico. Alla Galleria Borbonica, in segno di lutto, è chiuso a tempo indefinito il percorso che curava e che aveva creato.

Questo sito utilizza i cookie indicati nella privacy policy.
Nel pannello potrai ottenere maggiori informazioni e selezionare le categorie di cookie di cui accetti l’utilizzazione.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
Exit mobile version