A dispetto di allarmi e denunce, il fenomeno dei bambini alla guida di gommoni e motoscafi nel Golfo di Napoli non accenna a fermarsi. Il tutto sempre accompagnato da filmati pubblicati sui social dagli stessi protagonisti delle bravate, o dai genitori, con l’obiettivo di “celebrarle”. A denunciare l’ultimo episodio, avvenuto a Ischia, e’ il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Borrelli.

“Su alcuni gruppi Whatsapp – spiega Borrelli – gira la proposta assurda di alcuni genitori di realizzare a Ferragosto una vera e propria gara di bambini sui motoscafi e imbarcazioni nelle coste napoletane. Chiediamo alla Guardia Costiera di intensificare i controlli in mare; reprimere questo assurdo fenomeno e’ una priorita’ per garantire la sicurezza e tutelare i bambini e colpire questi genitori sciagurati”.

Borrelli racconta poi che “ogni giorno ci arrivano nuovi filmati, postati sui social dai diretti interessati, di adulti, molto spesso genitori, che lasciano guidare imbarcazioni di vario genere a bambini riprendendoli con orgoglio. Atti scellerati e totalmente sconsiderati, che mettono a repentaglio la vita dei piccoli ma anche di altre persone che si trovano in mare in quel momento. Un fenomeno che, questa estate, sta dilagando nel golfo di Napoli, il tutto prontamente filmato e postato sui social come se fosse qualcosa di normale, e non di totalmente incosciente” conclude Borrelli.