Il Giffoni Film Festival (GFF) nasce nel 1971 da un’idea di Claudio Gubitosi. Promuovere e far conoscere il cinema per ragazzi, elevandolo dalla posizione marginale che occupava al tempo, ai ranghi più consoni di un “genere” di grande qualità e capacità di penetrazione del mercato. Più semplicemente il giovane Gubitosi cerca di stimolare un ambiente povero di
iniziative culturali e fare qualcosa di diverso per il suo territorio. Giffoni Experience non è solo festival, oltre 350.000 studenti arrivati a Giffoni in 15 anni per il progetto Movie Days.
Più tutte le attività sociali e “speciali”.

Da più di 15 anni Giffoni Experience si è andato affermando non solo come un evento rinomato internazionalmente e come sinonimo di qualità, ma soprattutto come efficiente “azienda culturale” che occupa decine di giovani a tempo pieno e organizza eventi tutto l’anno. Ad aggiungersi alla sezione giurati dei film ci sono due format a rappresentare l’esperienza Giffoni:

IMPACT E GIFFONI INNOVATION HUB.

In particolare, la IMPACT si occupa dei dibattiti trasversali che comprendono temi di naturale sociale, economica, politica, ambientale, sanitaria e artistica e altro ancora che consiglio di andare a leggere sul sito ufficiale del festival.

Palma Campania è stata portata al microfono dalla dottoressa MariaPia D’Ascoli, laureata in economia e finanza aziendale, ballerina da quando aveva 6 anni e ad oggi organizzatrice e conduttrice di eventi e spettacoli. Ha moderato i dibattiti insieme a 200 ragazzi provenienti da tutto il mondo preparatissimi su ogni tema. 21 – 30 luglio 2022 il Giffoni ospita grandissimi artisti della musica italiana. Da Samuele Bersani a Caterina Caselli e i Gemelli
Diversi. I ragazzi si sono confrontati con ministri dallo sviluppo economico all’ambiente, con le più grandi aziende italiane e con i più grandi esponenti del giornalismo, della letteratura e della filosofia; ricordiamo nomi come Erri De Luca, Dario Fabbri e Jago.

Gli internazionali

Ospiti internazionali Richard Madden e Gary Oldman. Il blu carpet anche quest’anno ha fatto gioire il pubblico dei giffoners. Dieci giorni concentrati sul tema degli INVISIBILI, andando a toccare profondamente quali sono le problematiche attuali che limitano il crescere dei giovani e come fare per rimuoverli. Si parla dei giovani con i giovani. Ad alzare la voce al microfono sono proprio i ragazzi dai 18 ai 30 anni che presentano opinioni, conferme, disaccordi, emozioni e testimonianze.

MariaPia D’Ascoli ci racconta che Giffoni è un posto che accomuna tutte persone non comuni. Con questa frase vuole dire che ci sono menti geniali che hanno voglia di cambiare il mondo o che stanno lavorando con i più importanti personaggi della storia italiana. Giffoni crea e unisce i visionari, culture e pensieri diversi. Se sei a Giffoni cambi te stesso e il mondo. È un luogo che influenza l’andamento delle cose e dove veramente si può modificare l’ordine delle cose. Giffoni è ascoltato e risposto da tutto il mondo. Un grande uomo passa per Giffoni.