Un guasto alla rete idrica ha fatto mancare l’acqua a gran parte dell’isola di Capri, a diversi comuni della Costiera Sorrentina e mandato in crisi tanti esercenti di bar e ristoranti costretti a chiudere in un giorno da sold out. A innescare il disservizio, un guasto alla condotta idrica provocato da una frana nel territorio di Castellammare di Stabia, conseguenza del maltempo che ha interessato ieri gran parte della Campania. La societa’ Gori, che si occupa dell’approvvigionamento idrico, ha informato stamani l’utenza del disservizio, con “mancanze d’acqua e abbassamenti di pressione idrica” su tutta l’isola di Capri, ad eccezione solo di alcune zone: tra queste, la storica Piazzetta, il centro storico, il porto, e Marina Grande. Problemi di approvvigionamento limitati non solo all’isola, ma riguardanti anche diverse zone della Penisola Sorrentina servite dalla stessa condotta.

Una situazione a macchia di leopardo, con un’erogazione normale (al massimo cali di pressione) a Sorrento e in altri comuni, mentre l’acqua e’ mancata nella zona collinare di Piano di Sorrento e diverse frazioni di Massa Lubrense e Meta. La Gori, che ha invitato “la popolazione a tenere basso il consumo d’acqua per preservare le scorte nei serbatoi fino al normale ripristino dell’erogazione da terraferma”, ha assicurato ovunque il rifornimento d’acqua attraverso autobotti. Ma il ripristino ha tardato ad arrivare ed anzi, a Capri, dalle 17.30 l’acqua e’ incominciata a scarseggiare anche nel centro storico, la zona che si sarebbe dovuto preservare. Nell’Isola azzurra, in questi giorni letteralmente invasa dai turisti, e’ cominciata dunque a salire la tensione tra i titolari di bar e ristoranti, molti dei quali hanno deciso di non correre il rischio di fare figuracce e di tenere chiusi i battenti.