Anche un irpino è finito nella rete della “Mantide della Brianza”. Si tratta di un 71enne della provincia di Avellino. La 47enne Tiziana Morandi, arrestata con l’accusa di truffa, adescava le sue vittime sul web, tramite i social media. Attraverso internet è stato contattato anche il 71enne irpino, che aveva rivelato alla Morandi di volere vendere la sua collezione di monete d’oro e pennini del valore di circa 80mila euro. Quindi lo convince a raggiungerlo in Brianza per incontrare degli acquirenti.

Una volta arrivato a destinazione, nel corso di un incontro la Mantide lo stordisce facendogli bere un drink con benzodiazepina. Sotto l’effetto del sedativo-ipnotico spinge la vittima a salire sul treno e a raggiungere Torino. Qui, l’uomo si sente male e perde i sensi. Al suo risveglio all’ospedale Umberto I scopre di non avere più la collezione da 80mila euro.