Prosegue il momento difficile per la Circumvesuviana. Per due giorni consecutivi la Napoli-Sorrento ha vissuto problemi su problemi, con i turisti particolarmente vessati da ritardi e stop soprattutto a causa dei guasti alla stazione di Pioppaino.

A loro si è aggiunto un duro comunicato di Legambiente Campania. “La farsa `viaggiare in Circumvesuviana´ – ha dichiarato Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania – ogni giorno si trasforma in tragedia. Corse che saltano, linee soppresse, convogli `revampizzati´ che non funzionano. Un inferno non solo per il caldo per migliaia di turisti e pendolari ostaggi di un ente che invece di far viaggiare treni e garantire efficienza del servizio a tutela dei pendolari e turisti, paradossalmente dai treni i viaggiatori li fa scendere. E come ciliegina sulla torta per pendolari e turisti arriva l’aumento del biglietto”.

“Le chiacchiere stanno a zero. La Circumvesuviana è un servizio colabrodo che fotografa incapacità e inefficienza della classe politica sul fronte del trasporto pubblico – ha affermato ancora la leader dell’associazione ambientalista – Alla politica per una volta chiediamo di tornare sulla terra e lasciare per un attimo il racconto fatto di lamentele, di scaricabarile, di scuse e di quello che era e potrebbe diventare. È una vera emergenza che richiede corresponsabilità di tutti gli attori. Mettete da parte le polemiche, e sedetevi al tavolo per affrontare nel breve e medio periodo una situazione vergognosa.

Forse potrebbe aiutare se amministratori, presidenti, assessori scendessero tra la gente come dovrebbe fare la sana politica. Una proposta: provate anche voi il brivido di una `giornata di ordinaria follia´ prendete un treno insieme ai pendolari e turisti magari nelle ore più torride. Tornerete sicuramente arricchiti di disservizi, disagi e di sconforto utili per intervenire e tutelare i pendolari unici veri sconfitti di questa situazione che perdura da anni”.