Si e’ trasferito con i genitori da Modena ad Afragola, ma nel comune napoletano non ha ancora trovato una scuola disposta ad accettarlo. E’ la storia di un bimbo disabile di 9 anni, denunciata dall’associazione afragolese “La Battaglia di Andrea”, cui si sono rivolti i genitori del piccolo, disperati perche’ a poche settimane dall’inizio dell’anno scolastico non sono ancora riusciti a trovare un istituto che lo accetti per mancanza di insegnanti di sostegno.

“La mamma e la zia del piccolo ci hanno chiamati e noi subito abbiamo allertato le istituzioni locali – dichiara Asia Maraucci, presidente de La Battaglia di Andrea – ma ad oggi c’e’ la risposta negativa di molte scuole che si giustificano dicendo che gli organici sono al completo e non ci sono insegnanti di sostegno o comunque supporto per il piccolo. Capiamo il periodo particolare di ferie – prosegue – ma un bambino disabile non deve essere parcheggiato finche’ non finiscono le vacanze senza poter conoscere il proprio destino.

Il piccolo si e’ trasferito con la sua famiglia da una citta’ all’altra ad agosto, quindi se e’ permesso cambiare scuola, deve essere anche permesso richiedere il sostegno; oltretutto, se a Modena Alessandro aveva il sostegno, deve averlo anche ad Afragola; avendo un alunno in meno in Emilia Romagna possono tranquillamente trasferire il sostegno in Campania, perche’ e’ un suo diritto”. Intanto l’associazione, oltre alle istituzioni locali, ha interessato della vicenda anche il Sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso.