Nella prima mattinata di ieri una pattuglia della Stazione Carabinieri Parco di Ottaviano, durante un servizio di perlustrazione a piedi mirato alla prevenzione degli incendi boschivi, rinveniva in località Palmentiello del Comune di Somma Vesuviana, all’interno della perimetrazione del Parco Nazionale del Vesuvio, 18 piante di Cannabis. Tali piante, con presunta sostanza stupefacente, in situazione vegetativa di crescita e di altezza media di 170 cm circa, giacevano all’interno di un castagneto abbandonato e non recintato, su una piazzola appositamente creata per l’installazione della piantagione.

Nonostante l’appostamento perpetrato per alcune ore da parte dei militari, non era individuato il responsabile/i della coltivazione; tuttavia per evitare la prosecuzione del reato di cui agli artt.26 e 73 comma 1 DPR 309/90 e ss.mm. (coltivazione e produzioni vietate delle piante comprese nella tabella II di cui all’articolo 14 comma 1 let. b)) erano sottoposti a sequestro i 18 esemplari di piante di cannabis, unitamente ad una tanica di plastica per l’irrigazione e a nr.5 utensili agricoli (pale e zappe)