Una storia raccapricciante quella della piccola Elsa, la bimba di nove anni con gli arti fratturati e la colonna vertebrale deformata perchè da quando è nata non ha mai dormito in un letto. Per fortuna gli assistenti sociali sono intervenuti in tempo sottraendola ai suoi carnefici e affidandola alla “Casa di Matteo” dove potrà finalmente iniziare a vivere con la spensieratezza che dovrebbero avere tutti i bambini. I fatti sono avvenuti in Irpinia.

“Ritengo tuttavia gravissimo che, come raccontato dal Corriere del Mezzogiorno, non ci sono state denunce o segnalazioni da parte di cittadini, parenti, vicini di questa terribile situazione; la scuola non ha denunciato l’evasione scolastica, anche se la bambina non è mai andata in classe; il sistema sanitario non ha segnalato la sua mancata vaccinazione, anche il pediatra di base non ha mai visitato la piccola e non lo ha mai denunciato. Una falla inaccettabile nella rete sociale della terza città d’Italia”. A scriverlo in consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.