Un nuovo aiuto dal Governo permette di contrastare questa durissima inflazione e la cifra è importante. Le famiglie sono stangate da un’inflazione sempre più pesante e il carovita arriva a mettere veramente in difficoltà i nuclei familiari italiani. Questo bonus da 8500 euro è sicuramente preziosissimo ed è importante capire come funziona e come non lasciarselo sfuggire.

Un aiuto veramente prezioso per le famiglie

L’inflazione che si sta registrando in Italia in questi ultimi mesi è ai massimi da decenni ma è soprattutto il lavoro povero e precario a mettere in seria difficoltà le famiglie.

Il divario tra poveri e ricchi diventa sempre più odioso e di conseguenza chi è in difficoltà vede crescere la propria rabbia. Il bonus del governo da 8500 è un qualcosa di cui si parlava da tanto tempo ma che è rimasto a galleggiare nelle pastoie della politica. Si tratta di un aiuto inizialmente proposto dal Movimento 5 Stelle ma che poi è stato ben accolto anche da tante altre forze politiche. Stiamo parlando del reddito energetico.

Come ottenere i soldi dalla regione

Grazie al reddito energetico gli italiani possono addirittura azzerare le loro bollette per sempre. Come sappiamo le bollette dell’energia e del gas stanno salendo vertiginosamente e purtroppo ora è arrivata la conferma che anche nel terzo trimestre queste bollette saliranno sempre di più. Sicuramente la colpa è della guerra ma non dobbiamo dimenticare la crudeltà della speculazione internazionale che non esita a far profitto sulle disgrazie delle famiglie. Il reddito energetico garantisce 8.500 euro subito alle famiglie con un ISEE entro i €20.000 proprio per dotare la propria abitazione dei preziosi pannelli solari. Ma vediamo come funziona questo reddito per le famiglie. Con gli 8.500 euro si potranno acquistare i pannelli fotovoltaici.

La domanda per richiederlo

Ma si potranno acquistare tutti i materiali necessari alla creazione dell’impianto e alla posa in opera. Questa cifra può coprire anche tutte le spese per rimozione smaltimento di eventuali strutture preesistenti. Quindi lo scopo di questo reddito energetico è proprio quello di agevolare tutte le spese necessarie per rendere un’abitazione effettivamente indipendente dal punto di vista energetico e quindi libera dai terribili rincari sulle bollette. Per ora il reddito energetico è partito nella regione Puglia ma molte altre regioni promettono di allinearsi presto. La cosa interessante è che le regioni diverse possono fissare cifre diverse sia per quello che riguarda l’ISEE necessario per aderire al reddito e sia per quanto riguarda la cifra concretamente erogata come aiuto alla famiglia.

fonte ilovetrading.it