Felici e contenti i percettori dell’Assegno Unico su RdC, freschi di pagamento. Dopo la ricarica del sussidio, infatti, nelle scorse ore è arrivato anche l’accredito per i figli a carico. Pagamento, tuttavia, relativo a maggio 2022.

Stesso discorso vale per i percettori dell’Assegno Unico su domanda, a cui Inps ha da poco comunicato l’erogazione della mensilità di maggio. Se però il pagamento dei percettori di RdC non può essere considerato arretrato (dato che Inps ha pagato a giugno la mensilità relativa a maggio), quello dei nuclei familiari che ricevono la somma sull’IBAN lo è senza dubbio. La data che compare sul Fascicolo Previdenziale di questi ultimi percettori, infatti, è la seguente:

Venerdì 8 luglio Inps provvederà a saldare l’Assegno di maggio 2022. Un arretrato dunque, dato che il pagamento arriva 2 mesi dopo quello di competenza. Ma non è tutto. Perché pare che l’Istituto Previdenziale sia pronto a liquidare anche un altro arretrato, rimasto indietro nella lista dei pagamenti. Anche in questo caso, la segnalazione ci arriva da un lettore:

Come si evince dalla foto, martedì 5 luglio arriverà il pagamento relativo ad aprile 2022. Un super arretrato, in questo caso. La platea interessata è sempre la stessa: chi ha fatto domanda per l’Assegno Unico e che quindi ne riceverà il pagamento su IBAN. Ma questi due non saranno gli unici appuntamenti della settimana.

fonte tuttolavoro24.it