L’INPS ha chiarito quali sono i requisiti di reddito dell’Assegno nucleo familiare (ANF) riferiti al periodo compreso tra il 1° luglio 2022 e il 30 giugno 2023. L’ANF è quasi integralmente sostituito dall’Assegno Unico Figli. Ma resta attivo per i nuclei con familiari diversi da quelli con figli e orfanili. In questa guida vi spieghiamo qual è il limite di reddito per poter accedere all’assegno unico familiare (ANF). E quali sono le variazioni relative all’anno fiscale in corso, con le tabelle INPS da consultare.

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una prestazione economica erogata dall’INPS ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori, dei titolari delle pensioni e delle prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente e dei lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

Per quanto concerne invece, il reddito minimo previsto, questo viene rivalutato ogni anno. Infatti, il Decreto Legge 13 marzo 1988, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla Legge 13 maggio 1988, n. 153, stabilisce che i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell’ANF sono rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno.

Si rivalutano in misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato dall’ISTAT, intervenuta tra l’anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell’Assegno e l’anno immediatamente precedente. Ovvero, per il 2022, i periodi sono quelli tra il 2021 e il 2020.

QUALI SONO I LIVELLI REDDITUALI 2022 – 2023

La Circolare INPS 30 maggio 2022, n. 65 ha comunicato i nuovi livelli reddituali per il periodo tra il 1° luglio 2022 e il 30 giugno 2023. La variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi, calcolata dall’ISTAT tra l’anno 2021 e l’anno 2020 è risultata pari a + 1,9%. L’INPS ha rivalutato i livelli di reddito e li ha sintetizzati in alcune tabelle contenenti gli importi mensili degli assegni per il nucleo familiare, in vigore per il periodo dal 1° luglio 2022 al 30 giugno 2023, secondo l’indice fissato dall’INPS.

fonte ticonsiglio.com