Gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale, durante il servizio di controllo del territorio, sono intervenuti in via Galileo Ferraris a Napoli. Qui un cittadino aveva segnalato una persona che stava tentando la cosiddetta “truffa dello specchietto” ai danni di un automobilista. I poliziotti, giunti sul posto, hanno visto un uomo discutere animatamente con un anziano e hanno accertato che, poco prima, l’uomo, a bordo della propria autovettura, aveva colpito lo specchietto dell’auto della vittima per simulare la rottura del proprio e aveva chiesto la somma di 350 euro come indennizzo del presunto “danno subito”.

R.P., 36enne di Pomigliano D’Arco, sottoposto alla misura del divieto di ritorno nel Comune di Napoli, è finito arrestato. L’accusa è di tentata truffa aggravata e denunciato per inottemperanza al divieto di ritorno cui e’ sottoposto.