“Condoglianze alla famiglia di Antonio, un ragazzo di appena 25 anni che oggi pomeriggio si è lanciato sotto un treno dal marciapiede della stazione di San Vitaliano della vesuviana. Un gesto estremo di disperazione che lascia tutti noi senza parole. Solidarietà umana al capotreno ed al macchinista che hanno subito lo shock di vedere il gesto estremo e repentino del ragazzo senza poter far nulla”. Lo ha scritto sui social Umberto De Gregorio, presidente Eav. Si tratta dell’ennesimo suicidio, purtroppo, sulle linee della Circumvesuviana.
Appena l’altro giorno la comunità nolana aveva pianto il suicidio di un 32enne di Palma Campania. Il giovane si è tolto la vita domenica in una proprietà di famiglia a Foce di Sarno. Il malessere tra i giovani continua a preoccupare tanto. Il caso di Antonio è solo l’ultimo di una lunga lista.