Ventidue citta’ con il bollino rosso per il rischio caldo quest’anno non si erano mai viste. E’ quanto dovrebbe accadere sabato, quando il bollettino del ministero della Salute indica con il livello 3. Il massimo e per tutta la popolazione (in una scala che parte da 0). Sarà per i centri urbani di Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo. Oggi e domani i bollini rossi sono 19. Bolzano, Brescia e Trieste sono ancora arancioni il livello che indica rischio caldo solo per i piu’ fragili.

Tra le altre citta’, Torino, Venezia e Genova resteranno gialle (condizioni di pre-allerta di un’ondata di calore) fino a sabato. Mentre Milano e Verona lo saranno anche domani, e sabato diventeranno arancioni. La mappa dell’Italia disegnata dai bollini vede quindi, oggi e domani, piu’ fresco al Nord. E sabato ‘respireranno’ di piu’ proprio 3 citta’ (delle 27 prese in considerazione dal bollettino del ministero) del settentrione: Torino, Venezia e Genova con il bollino giallo, mentre Milano e Verona saranno in arancione.