Appropriazione indebita: è il reato che i carabinieri di Pozzuoli contestano a 81 genitori di studenti. Terminata la didattica a distanza, non hanno restituito computer e tablet messi a disposizione dei ragazzi in comodato d’uso. Secondo quanto accertato dai militari, in collaborazione con i dirigenti scolastici, sono 71 i dispositivi informatici che non sono tornati nella disponibilità dei legittimi proprietari: le scuole. I controlli sono eseguiti a Pozzuoli e in altri quattro comuni dell’area flegrea.

Interventi anche sul tema della dispersione scolastica. Sono 151 i genitori denunciati per gli 88 minori che non sono sensibilizzati all’obbligo di frequenza nell’area che abbraccia la città puteolana. Dunque Monterusciello, Quarto Flegreo, Bacoli e Monte di Procida.