Via libera del Consiglio dei ministri, secondo quanto si apprende, al decreto che proroga al terzo trimestre le misure per contenere i prezzi delle bollette di luce e gas e per le garanzie per le imprese che effettuano stoccaggi di gas. Stando alla bozza, il nuovo intervento del governo ammonta a 3,27 miliardi di euro. Azzerati gli oneri generali di sistema nel settore elettrico anche per il terzo trimestre 2022, idem per il gas, con la riduzione dell’Iva confermata al 5%. È quanto prevede la bozza sul tavolo del Consiglio dei ministri in corso a Palazzo Chigi. Un provvedimento snello, appena due pagine e sei articoli. L’articolo 1, sul contenimento dei rincari delle bollette elettriche, prevede l’annullamento degli oneri generali di sistema «anche connesse in media e alta/altissima tensione o per usi di illuminazione pubblica o di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico», si legge nel testo.

Gas

Si applicano anche alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale le misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese (tramite garanzie prestate da Sace) introdotte con il ‘decreto Aiutì del 17 maggio scorso. È quanto si legge nella bozza del dl all’esame del Consiglio dei ministri in corso a Palazzo Chigi.

Bonetti: a breve anche per carburanti

«Oggi abbiamo prorogato per il prossimo trimestre le misure a sostegno di imprese e famiglie» contro il caro bollette «un ulteriore conferma dell’impegno del governo. A breve ci sarà un altro provvedimento per il contenimento dei prezzi dei carburanti, per contenere i prezzi. Ci sarà un provvedimento a parte da parte dei ministeri competenti». Così il ministro della Famiglia Elena Bonetti lasciando Palazzo Chigi al termine del Cdm.