«Buongiorno signora, sono l’avvocato di suo figlio! Ha investito una persona e sono ora necessari 500 euro per farlo uscire dal carcere.» È una delle telefonate tipiche utilizzate per ingannare e spaventare gli anziani. Una voce ancora ignota ha utilizzato un approccio simile quando ha squillato il telefono di una donna di 85 anni. La vittima ci è cascata e quando si è resa conto di essere stata truffata, l’uomo che si era presentato per ritirare i soldi era già lontano. Non si è persa d’animo e ha chiamato i Carabinieri. Ha fornito loro la descrizione della persona che poco prima aveva «ritirato» 500 euro e una carta bancomat.

I militari del nucleo operativo del Vomero, quelli che hanno accolto la sua richiesta di aiuto, hanno diramato immediatamente le ricerche e individuato l’uomo in scooter, in Via Caracciolo. Si tratta di un 51enne napoletano. Ha capito di essere tallonato e ha tentato ma è stato inutile. È finito in manette per truffa e resistenza a pubblico ufficiale ed è ora in attesa di giudizio. Recuperato e restituito tutto il denaro sottratto con l’inganno.