Lo scorso primo maggio avrebbe colpito più volte con un coltello al petto un ragazzo di 29 anni. Provocandogli ferite gravissime tali da indurre i medici a riservarsi la prognosi. Oggi la svolta: i carabinieri della compagnia di Sorrento hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato delitto. L’ha emesso la Procura di Torre Annunziata nei confronti di G.B. di 21 anni. I militari sono riusciti a ricostruire le fasi di una violenta rissa verificatasi in pieno centro a Sorrento, all’esterno di un locale notturno, rissa durante la quale rimasero feriti tre soggetti, uno dei quali in prognosi riservata.

Tutto sarebbe nato, secondo quanto appurato dagli inquirenti, da un alterco. I fatti all’interno del locale tra due gruppi provenienti rispettivamente da Pimonte e Castellammare di Stabia. Alterco poi degenerato in una violenta rissa nel corso della quale il ventinovenne finì colpito più volte con un coltello al petto. In quella circostanza, i militari dell’Arma, avevano già arrestato, in flagranza di reato, quattro giovani coinvolti nella rissa, raccogliendo i primi elementi utili al prosieguo delle indagini e all’individuazione dell’autore dell’accoltellamento, resosi nel frattempo irreperibile.